M O N F E R R A T O A R T E

ASSOCIAZIONE CASALESE ARTE E STORIA PARCO NATURALE E AREA ATTREZZATA
DEL SACRO MONTE DI CREA
MUSEO CIVICO DI CASALE MONFERRATO
Home
Indice dei luoghi
Indice dei nomi
di persona
Indice dei titoli e
dei santi titolari
Bibliografia
 
Avvertenze
Segnalazione Contributi

 

Scheda precedente
Scheda successiva
 
VILLABELLA

VILLABELLA

 

Dial. Vilabèla. In passato denominata Lazzarone (dial. Lažaròn. Lazaronum, 1163 [Moriondo 1790, col. 632, n. 19]); con Regio Decreto del 20/1/1901 si autorizzò la variazione del nome in Villabella. Già comune autonomo, nel 1938 fu soppresso e aggregato a Valenza, mantenendo l'appartenenza alla diocesi di Casale (mentre Valenza, passata nel 1805 dalla diocesi di Pavia a quella di Casale, fu assegnata definitivamente fin dal 1817 alla diocesi di Alessandria) [Gasparolo 1923, p. 342].

Abitanti: 230. Distanza da Casale Km 18 ‑ Altezza: m 117 s. m. Frazione di Valenza, provincia di Alessandria. Parrocchia di S. Agata. Eretta ab immemorabili; dalla diocesi di Vercelli passò sotto la nuova diocesi di Casale nel 1474 (bolla 1/8/1474) [De Bono 1986, p. 40]. A inizio Settecento la parrocchiale era dedicata a S. Maria [Saletta 1711, vol. I, parte III, c. 65r].

Chiesa parrocchiale, S. Agata: risale al sec. XVIII. Venne riedificata e consacrata da mons. Ludovico Gavotti il 5/10/1907 [AD 1974, p. 146].

In facciata è collocato un medaglione ovale in pietra di Vicenza, raffigurante S. Agata, che misura m 2 di diametro e pesa 20 quintali (opera della scuola del Rubino) [AD 1969, p. 91]. Sul campanile vi sono resti di un quadrante solare databile alla seconda metà del sec. XIX [Mesturini 2008, p. 42]. Nell’interno si trovano una statua lignea della Madonna del Rosario (1780) [AD 1991, p. 226; Ricaldone 1998, p. 701]; una tela rappresentante S. Agata, di fine sec. XIX; due tele ovali raffiguranti S. Isidoro e S. Vincenzo de Paoli; un battistero barocco in marmi policromi del sec. XVIII, chiuso da una cancellata. L’organo meccanico a una tastiera con 20 registri fu realizzato negli anni venti o trenta del sec. XX da Dal Molin e Cordone [AD 1991, p. 226].

N. S. di Lourdes: edicola situata al bivio della strada per Valenza [AD 1991, p. 226].